Agorafobia 2017-05-13T18:14:21+00:00

Agorafobia

Descrizione

L’Agorafobia è caratterizzata da intensa paura e ansia che un individuo prova in situazioni reali o immaginate (in questo caso si parla di ansia anticipatoria) da cui reputa difficile o impossibile allontanarsi o ricevere aiuto e sostegno in caso di bisogno. Le circostanze che solitamente attivano una risposta d’ansia sono:

  • utilizzo trasporti pubblici (es. auto, treno, aereo, pullman, navi, ecc.)
  • trovarsi in spazi aperti (es. parcheggi, campi, mercati, ecc.)
  • trovarsi in spazi chiusi (es. ascensore, negozi, teatri, cinema)
  • essere in mezzo a una folla o trovarsi in una fila di persone
  • stare da soli fuori casa.

Il disagio sperimentato in questi momenti può essere così forte da causare un attacco di panico con tutti i tipici sintomi che lo caratterizzano.

Per gestire tali situazioni, l’individuo così colpito tende a mettere in atto strategie di evitamento comportamentale (es. evitando i luoghi fisici ritenuti opprimenti) o di evitamento cognitivo (es. cercare di distrarsi per sopprimere i pensieri ritenuti critici).

Le condotte di evitamento sono la caratteristica tipica del’agorafobia; la persona infatti divide i luoghi “sicuri” (vicini a casa o in cui pensa di poter essere assistita da un familiare/conoscente) da quelli “pericolosi”. Questi evitamenti diventano ben presto sistematici e restrittivi tanto da inficiare la sua vita quotidiana e, nei casi estremi, da spingerla al ritiro sociale e alla reclusione in casa. Queste condotte, apparentemente utili, mantengono vivo il disturbo perché il soggetto, non esponendosi alla realtà concreta, invia messaggi alla sua mente che confermano la erronea e spropositata pericolosità delle situazioni.

L’agorafobia può insorgere in età tardo adolescenziale e, se non trattato, può produrre effetti degenerativi invalidanti.

Sintomi dell’agorafobia

Sintomi legati a un attacco di panico

Sintomi fisici:

  • respiro corto o iperventilazione
  • palpitazioni e/o tachicardia
  • dolore o fastidio al petto
  • tremore e/o agitazione
  • sensazione di soffocamento
  • sudorazione
  • nausea e/o mal di stomaco
  • sensazione di vertigine, di testa leggera o di svenimento
  • sensazione di intorpidimento o di formicolio
  • vampate di calore e/o freddo

Sintomi cognitivi:

  • sensazione di irrealtà e/o sensazione di essere distaccati da se stessi
  • paura di morire
  • paura di perdere il controllo e/o di impazzire.

Sintomi legati all’ansia

  • tensioni muscolari, dolori articolari
  • problemi ad addormentarsi, disturbi del sonno
  • disturbi allo stomaco, nausea diarrea
  • irrequietezza, e nervosismo
  • stanchezza
  • difficoltà a deglutire e nodo alla gola.

Terapia TCC

  • Assesment: analisi delle situazioni temute, dei comportamenti protettivi e delle strategie di evitamento.
  • Psicoeducazione: vengono fornite informazioni sull’ ansia, sull’ agorafobia, sulle conseguenze fisiche del disturbo e sul decorso del disturbo.
  • Respirazione e rilassamento: addestramento alla respirazione diaframmatica e training di rilassamento muscolare per migliorare le capacità del soggetto di gestire e intervenire sulle risposte d’ansia.
  • Trattamento cognitivo: ristrutturazione cognitiva finalizzata alla modificazione delle credenze catastrofiche relative all’ ansia e all’ agorafobia.
  • Trattamento comportamentale: esposizione graduale in vivo o in immaginazione ai sintomi principali.